Percorsi terapeutici individuali e di coppia

Nel presentare ciò che viene fatto nello studio del terapeuta, si dovrebbe tenere conto delle idee che ognuno ha della mente e di processi psicologici, tuttavia tenterò di accennare ad alcuni percorsi allo scopo di rendere meno nebuloso il lavoro terapeutico.

A fronte di una necessità determinata da un disagio ormai consolidato è facile pensare di poter trovare beneficio da una prestazione psicologica professionale: l’invalidazione personale, sociale e lavorativa che derivano da uno stato di sofferenza psicologica diagnosticabile quale i disturbi d’ansia e depressivi ma anche da stress correlato o post traumatici da stress, sono condizioni indubbiamente gestibili in contesto terapeutico.

Percorsi terapeutici individuali più o meno brevi sono volti ad ottenere maggiore consapevolezza delle proprie dinamiche individuali. La richiesta di analizzare il momento che si sta vivendo perchè ricco di cambiamenti o sfide personali definisce il contesto terapeutico come spazio e tempo di riflessione guidata volta a sentirsi più sereni e assertivi nella situazione. In altri casi è utile intraprendere un percorso volto ad approfondire alcune tematiche tipiche della storia individuale per modificare e rendere più soddisfacente la propria realtà lavorativa o personale.

Percorsi di coppia indirizzati a prendere decisioni riguardanti il rapporto trovano beneficio nel rendere esplicite alcune modalità di comunicazione e di relazione che tendono a ripetersi nel rapporto. Si possono così sviluppare terapie di coppia in presenza o meno di un fattore di crisi oppure in vista di matrimonio, convivenza, separazione, ecc..